sabato 1 dicembre 2012

Di nuovo in viaggio

la tribù è di nuovo in viaggio.
questa volta verso mete lontane: Egitto, Israele e Giordania.
 per non farsi mancare qualche brivido per tumulti di piazza e razzi durante le escursioni!
Ma ormai e' deciso e- come si dice - ogni lasciata e' persa!

sabato 17 novembre 2012

siamo tutte multitasking ?

Et voilà ... ariecco UnaSuperMamma versione de luxe.
la versione precedente, ormai obsoleta come il suo browser in ufficio, si è quasi rigenerata.
capelli corti ....
lavoro nuovo ....
rapporto con i figli notevolmente migliorato dopo il "percorso psicopedagogico" fatto con la psicologa infantile, costato non uno ma tutteddue gli occhi della testa del papà e - per la gioia della succitata dottoressa - non ancora terminato....
mancherebbero una nuova macchina ed un nuovo marito, ma UnaM preferisce fare le cose gradualmente e troppe novità la spaventerebbero .... ma nooo .... scherzo .... per la macchina non ci sta 'na lira e per il marito nuovo, beh, uno buono basta e avanza (nota per il papà: attendonsi gioiosi e spontanei ringraziamenti).
La collezione A/I 2012/2013 della vita di UnaM ha cominciato a sfoggiare le migliori occasioni di grande stress per la donna multitasking che UnaM ha dentro.
Ecco qualche modello:

1) due giorni a settimana si allena con impegno nella maratona ufficio-casasua-casadellanonna-piscina-
 casadellanonnadinuovo-casasuafinalmente, ma morta

2) martedì è dedicato al solito tour ufficio-casasua-nonnahouse-casasua, ma comporta una ri-uscita per accompagnare il rosariante grande a catechismo, pena la ormai nota scomunica perpetua di donalberto, nonchè un fugace ma quanto mai proficuo passaggio dall'ufficio, per firmare qualche carta e, UnaM non lo ammetterebbe nemmeno sotto tortura, per riposarsi un po'

lunedì 1 ottobre 2012

Ed è solo l'inizio


UnaM è in stand-by da un po'.
l'ultima volta che ha impugnato carta, penna e calamaio era in piena crisi da astinenza da prole & marito e lavorava, lavorava, lavorava ...
poi sono arrivate le vacanze al mare con la tribù, durate giusto il tempo di fare qualche bagno e prendere una discreta tintarella ...
poi sono finite le vacanze e UnaM è ritornata al lavoro.
Questa volta però con molto meno entusiasmo del solito.
A causa di numerosi pensieri che le hanno fatto visita nei momenti più tranquilli della sua pausa estiva.
Pensieri che a furia di restare lì dove sono nati hanno creato a loro volta altri pensieri, ancora più inturciniati, che a loro volta hanno partorito delle idee da cui sono venuti fuori altri pensieri .... insomma un gran casino.
Queste le problematiche che ne sono scaturite:

1) inizio scuola per entrambi i pargoli - il piccolo è diventato grande e frequenterà la prima elementare,  anzi, no, si dice la classe primaria del primo livello della scuola primaria ... boh! ... UnaM si aspetta numerose lamentele da parte degli ignari genitori dei compagni di classe del figliolo guappo.

2) scelta dell'attività sportiva per entrambi i pargoli - i figli vorrebbero frequentare una scuola di  calcetto, peccato che i corsi siano spalmati su quattro giornate settimanali - tutte lavorative, peraltro -  ed  a orari inconciliabili con il lavoro della madre ... quindi al bando le decisioni democratiche e via
all' allenamento in piscina in giorni ed orari sovrapposti per tutti&due.

3) pianificazione dell'attività lavorativa della madre, in vista di un prossimo prestigioso incarico per la stessa   (n.d.b. direzione di un settore rognosissimo che nessun altro collega, di entrambi i sessi, ha voluto) - per questo argomento UnaM promette di scrivere più in là, quando le saranno passati i nervi.

4) difficoltà legate all'alimentazione del figlio grande, che si nutre esclusivamente di 4/5 alimenti, dalla pasta  al burro alle polpette, declinando qualsiasi invito ad assaggiare con la punta della lingua altri alimenti, pena esagerati attacchi di panico - ecco, a proposito di questa faccenda il 
capotribù è da un bel po'  - qualche anno - che insiste sul fatto che va trovata "insieme" una soluzione.
La soluzione in argomento è stata cercata a lungo ed infine trovata .... andare dallo psicologo - infantile perchè il problema ce l'ha il figlio -  per curare qualche comportamento da madre snaturata di UnaM, che certamente non ha fatto il suo dovere di madre quando il piccolo era piccolo ... e questi sono  i risultati !!
    Della serie chi rompe paga ed i cocci sono suoi.
   



giovedì 16 agosto 2012

UnaMamma previdente

16 agosto, la città deserta e rovente.
UnaM è alla postazione di comando nel suo ufficio, in compagnia di tre pinguini che al freddo polare preferiscono il gelo del suo climatizzatore.
Fino a martedì scorso la città era ancora viva, c'era movimento anche negli uffici.
Oggi no.
I bar della zona sono chiusi, i tabacchini chiusi, finanche l'edicola vicina ha abbassato le saracinesche.
Anche oronzo il parcheggiatore abusivo ha tagliato la corda.
Praticamente il nulla assoluto.
Dopo aver trascorso qualche minuto a fare chiacchiera con le colleghe del secondo piano, anche loro in servizio obbligato, con i mariti al mare con i figli, UnaM ha deciso di prendere la macchina - rovente anch'essa - e di andare nel grande ipermercato della città, in ricognizione x l'acquisto di grembiuli, cartelle, quaderni e cancelleria varia, perchè tra un mese circa ricomincia la squola ...  oops ... scuola.

mercoledì 15 agosto 2012

Buon ferragosto

Buon ferragosto

buon ferragosto a chi non lavora e tutti gli anni si fa 3 mesi di vacanza-incubo nella villa al mare con parenti, amici e grigliate d'ordinanza;

buon ferragosto a chi lavora ma ha deciso di andare in ferie in questo periodo, nonostante la compagnia di
caronte, nerone, annibale, scipione e ora caligola;

buon ferragosto a chi lavora e in vacanza non ci va, nè adesso e neppure c'è andato prima, perchè "la crisi si sente in tutte le famiglie";

buon ferragosto anche a chi lavora, anche in questo periodo, perchè grazie a tutti loro, tanti altri si possono godere in tranquillità le loro vacanze;

buon ferragosto infine a tutte le mamme che come Aia si sacrificano e nacondono una lacrima al momento di affidare i propri bambini a chi trascorrerà con loro le vacanze estive.

Buon ferragosto a tutti !


lunedì 13 agosto 2012

Missione recupero

Sabato scorso UnaM è partita in missione recupero dei bambini della tribù che erano stati affidati alla nonna per una lunga e fresca vacanza in montagna.
Dopo i 15 giorni canonici di ferie di mamma&papà, trascorsi nelle verdi valli ampezzane, i lemmi sono rimasti in compagnia di nonnaI e di mimì, una signora ultrasettantenne sempre disponibile che a casa di UnaM si cala nei panni di colf o baby-sitter, a seconda delle necessità.
Sabato mattina UnaM lavorava - come sempre -, di conseguenza aveva prenotato il volo per Venezia alle 5 di pomeriggio, certa di arrivare nelle casetta dei 7 nani verso l'ora di cena.
Ma aveva fatto male i suoi calcoli, sottovalutando il traffico passeggeri dell'aeroporto di Venezia, pieno come un uovo appena covato.
Scalo ore 18.15, senza bagaglio UnaM si reca al noleggio della macchina, già prenotato e pagato 2 mesi prima, e attende in coda circa un'ora poichè un gruppo vacanze aveva deciso di snobbare il torpedone granturismo ....

Gatti e topi

Durante un caldo pomeriggio di agosto in ufficio con il climatizzatore a meno 5, UnaM stava pianificando l'adozione di due gattini trovatelli, pensando di far felici i bambini, che avrebbero avuto in tal modo due compagni di gioco.
In realtà con l'ingresso in casa dei felini UnaM avrebbe tacitato per una buona volta la parte di sè che sin da piccola voleva diventare veterinaria.
Stamattina a colazione ha proposto la sua idea ai piccoli della tribù, dopo aver estorto il consenso al grande capo, per il quale gli unici animali ammessi in casa sono le foto dei pesci rossi.

- Bambini ... che ne dite se adottiamo due gattini ? -

- no, mamma .... a Natale vogliamo un criceto -

- come un criceto? ... un topo, praticamente ... -

- sì, mamma, la nonna ce l'ha promesso per Natale, così poi lo
  facciamo uscire dalla gabbia e ci possiamo giocare ... -

- con cosa? col topo? non se ne parla nemmeno -

- allora i gatti non li vogliamo ... o il criceto o niente!!! -

POF .... in un nanosecondo il progetto salva-cuccioli che aveva pianificato UnaM è svanito come una nuvoletta di fumo.


martedì 31 luglio 2012

Causa di stress

come tutte le mattine oggi UnaM è andata a lavorare.
come tutte le mattine ha incontrato i colleghi  le colleghe che come lei preferiscono lavorare in estate ; ) mandando i figli in vacanza.
come tutte le mattine ha salutato e scambiato 2 chiacchiere con il suo collega dirimpettaio che, ahilui, era tornato proprio ieri dalle ferie.
Breve sunto del dialogo surreale tra lui e la vocina interiore di UnaM.

 Collega:  eh, è dura rientrare in servizio di lunedì ... dopo una domenica trascorsa nel dolcefarnulla alla villa al mare

vocina di UNAM: beh, certo, è dura soprattutto perchè la domenica è stata preceduta da 20 giorni di vacanza con cellulare spento ... mannaggia a te che la settimana scorsa ti ho cercato e non rispondevi e per poco non ti mandavo la volante a casa, sciagurato che non sei altro ...

Collega: pensa che mia moglie che, come sai, non lavora, si è lamentata che era una noia mortale stare tutto il santo giorno in spiaggia ....


vocina: povera figlia, non sa che si perde !!

collega: .... tanto che alla fine ho dovuto costringerla a passare un intero week-end al mediterraneè nel salento, pensa

vocina: ma pensa un po', poerella, costretta, finanche !!

collega: e poi oggi è dovuta restare sola con il bambino in villa, perchè io sono tornato a lavorare

vocina: e bè, ogni tanto capita di allontanarsi da casa per soddisfare bisogni primari .... eppoi da sola, mica vero, e la squadra di baby sitter? tutta in vacanza?

collega: comunque ho deciso che l'anno prossimo le vacanze le programmiamo meglio ...

vocina: bah ! mi sembra che quest'anno non ti possa lamentare, visto che ti sei preso 40 giorni di malattia a giugno/luglio a causa di un fantomatico incidente nel quale saresti rimasto coinvolto, senza testimoni e senza ammaccature sull'auto ... che se non ti chiamava il capo per ben 3 volte minacciando la destituzione col piffero che saresti tornato ...  e poi hai lavorato sì e no 6 giorni e sei andato di nuovo in ferie ... no, no, mi sembra che tu non ti possa proprio lamentare .... 

L'espressione disgustata di UnaM deve averlo colpito particolarmente, perchè stamattina il collega nordico si è annunciato nuovamente malato a causa di una tendinite che lo avrebbe colpito nottetempo .... al cervello !!

E UnaM è di nuovo sola ....

martedì 24 luglio 2012

Tanti Auguri Lemmo uno

Tanti Auguri Lemmo uno !!!
Tra qualche ora la tua mamma e il tuo papà ti raggiungeranno in montagna per festeggiare il tuo nono compleanno !
9 anni ... chi lo avrebbe mai detto ... UnaM con un figlio così grande, un ragazzino, quasi un ometto !
Era ieri che 9 anni li compiva lei, la tua mamma, sempre lì in montagna, affacciata alla finestra dove tu e il tuo fratellino avete attaccato tanti palloncini colorati, dove vi troveranno mamma&papà ad attenderli.

martedì 17 luglio 2012

Comitato di accoglienza

Ieri mattina UnaM si è presentata, con una certa circospezione, nuovamente in ufficio, quello nuovo dove comanda lei, per intenderci !
Era allegra e ben disposta nei confronti del prossimo -  il capo suo e i suoi colleghi - e per l'occasione sfoggiava uno splendido vestitino grigio di armani con sandalo sexy con tacco.
Francamente un pelino inopportuno per il suo ufficio, crocevia delle più disparate nazionalità, ma UnaM si sentiva pronta ad affrontare tutto!
Beh, forse tutto proprio no, dal momento che uno sbarco improvviso (???) sulle coste locali stava impegnando più della metà dei suoi collaboratori nelle operazioni di soccorso.
Risultato: rapido cambio di abbigliamento (fortunatamente UnaM abita vicino all'ufficio) e non-stop lavorativo dalle 8.00 di ieri alle 5.00 di stamattina.
Sempre stamattina di nuovo alle 9.00 in ufficio ed ora sta crollando mentre scrive questo post.
Meno male che i lemmi sono rimasti in montagna con la nonna.
  

martedì 3 luglio 2012

Vacanze montane 1

UnaM con i lemmi in cerca della mucca carolina
Giorno 1
La tribù, insieme ad un amichetto dei Lemmi e alla sua mamma, temporaneamente orfani di automobile, si sono avventurati nella valle vicina dove soggiornano altri amici in multiproprietà.
Dopo circa 16 km di tornanti, attenti alle prevedibili reazioni dello stomachino del lemmo 2, sono arrivati in una deliziosa località attrezzata di seggiovia, rifugio in cima, prati verdi, giochi per bambini sui prati verdi e, naturalmente, delle immancabili mucche.
Come primo giorno di montagna, la tribù allargata non si è voluta "stancare troppo di gambe" come si dice, ed ha preferito trascorrere il tempo stravaccata sull'erba a prendere il sole per poi proseguire verso un rifugio che nulla aveva da invidiare ad un lussuoso ristorante da guida Michelin. 
Nel pomeriggio UnaM si è fatta convincere dai figli a seguire le tracce della mucca carolina per ripide salite sulla pista da sci, con risultati poco apprezzabili.

lunedì 2 luglio 2012

Vacanze montane- intro

Dopo essere rientrati da una vacanza marina, i cui effetti rilassanti sono durati sì e no 24 ore, la tribù ha deciso di mitigare l'arsura estiva con un bel soggiorno montano.
Oggi, lunedì mattina, dopo aver trascorso una nottataccia per l'esito della partita dell'Italia, la famiglia è partita verso nord.
Piccola nota di servizio: nonostante la proprietà di una casetta dal lontano 1969 - unam doveva ancora nascere, per intenderci - la madre si ostina a preparare enormi valigie stracolme di oggetti perlopiù inutili (sandali di gomma, golfini di cotone leggero, parastinchi del calcetto, secchiello&paletta) o che già ha lasciato in montagna dall'anno precedente "così non ci carichiamo la prossima volta !! ".
Partenza ore 7.00, 26 fermate dopo  (compreso un pranzo veloce all'ikea di Riccione) arrivo nella casetta dei sette nani.
Altra piccola nota di servizio: prima di partire,UnaM si è accertata con il suo capo che non troverà sorprese al suo rientro.

giovedì 14 giugno 2012

Novità

Stamattina UnaM è tornata al lavoro.
Accolta da una comprensibile invidia dei colleghi rimasti alle loro postazioni, UnaM ha appreso la notizia che era stata trasferita "d'ufficio" in un altro settore della divisione.
Senza ma e senza se, ma soprattutto senza preavviso, che so, una telefonata, un messaggino, un piccione viaggiatore che la raggiungesse in mezzo al mare.
E così capita di tornare in ufficio e di scoprire che sulla tua sedia si siede qualcun altro, che sei scomparsa dal foglio firma, che il tuo piccì è in uso ad altri colleghi.
Non sarà mica un errore ... uno scherzo?
"Nooo, dottoressa - risponde in coro polifonico la segreteria al completo - dalla scorsa settimana lei è il nuovo dirigente dell'ufficio XYZ ... auguri dottoressa, è contenta ?"
Contenta un paio di palle, verrebbe da rispondere ad UnaM, che invece conta fino a dieci e rispolverando tutta la sua buona educazione e, su consiglio della sua vocina interiore, risponde:
" certo che sono contenta, in definitiva è una promozione ...", ma vorrebbe prendere tutti a pugni ed alzare anche qualche tavolo.
Tutti gli effetti positivi della vacanza appena trascorsa svaniscono in un battito d'ali di zanzara.

mercoledì 13 giugno 2012

Finalmente soli ...

Beh ... è il caso di dirlo.
Da stasera la tribù è ufficialmente rimasta sola.
Tutti, i nonni festeggiati, i cuginetti di Roma, gli zii giruleri, proprio tutti sono tornati alla base.
Nonostante la pace e la tranquillità (?!?) che regna in casa, la tribù è visibilmente triste, e non solo perchè la vacanza è finita.
Sigh !

lunedì 11 giugno 2012

Il viaggio continua


E dopo Rodi e Santorini, ieri la famiglia felice è approdata sulle coste della Croazia, a Dubrovnik.
Gita di piacere molto riuscita, tra negozietti di souvenir e tavolini all'aperto dei numerosi bar.
La mattina è volata via con il tentativo della nonna, anche in quest'occasione fortunatamente non riuscito, di abbandonare il nonno per visitare la città.
UnaM ha gustato un'ottima crepe alla nutella con panna, alla faccia della dieta !
Stamattina invece il gruppo vacanze ha fatto scalo a Venezia.
Indimenticabile il passaggio della nave attraverso il Canal Grande.
Un po' di tristezza fa capolino sulle facce della tribù di UnaM.










sabato 9 giugno 2012

In mezzo al mar ...




santorini
Bene, oggi UnaM ha un soffio di tempo per dedicarsi al suo diario.
Dal pc di bordo.
A pagamento, perchè la sua chiavetta non risulta pervenuta in alto mare.
 Oggi sarà una giornata tranquilla, tutti a bordo della nave a far giocare i piccoli del gruppo vacanze: in piscina (quella grande e quella piccola), sul veliero dei pirati, sullo scivolo giallo e blu, tra un ballo allo squok e una pausa gastronomica.
" Fantastico" gioisce la vocina interiore della madre, saltellando da una gamba all'altra come una bimba di cinque anni.
Proprio quello che ci voleva ad UnaM in vacanza !
In realtà la nave è un pelino affollata, ci scapperà qualche lite per la proprietà di un lettino bordo piscina (quella grande), ma UnaM non si preoccuperà perchè la sua piccola dea interiore è rimasta - sola - a crogiolarsi al sole delle Maldive.

la nave vista da santorini
 
e mo ?
N.B.: stasera la mega tribù festeggierà i 50 anni di matrimonio dei nonni.
Sarà un'esperienza "indimenticabile"!
N.B.bis: ... ehm ... veramente anche UnaM festeggierà il suo anniversario di nozze con il capotribù.
13 anni.
Porterà sfiga ?




 lemmi a rodi
 









P.S.: la nonna a Rodi ci è quasi riuscita a farsi seminare dal nonno, rintracciato in seguito - non senza fatica - dall'organizzatore della vacanza, incacchiato come una biscia.






Rodi

















   

mercoledì 6 giugno 2012

Partiti

Finalmente la megatribù si è imbarcata ed è partita.
Ovviamente si sono presentate delle piccole difficoltà, superate meravigliosamente da tutti con molta simpatia.
Solo un brevissimo accenno:
I cugini di roma sono arrivati con parecchio ritardo sulla tabella di marcia del capotribù, che li attendeva intorno a mezzogiorno a casa per poi lasciare la macchina in garage e dirigersi al porto in tempo per l'imbarco. Invece, sfortuna delle sfortune, ci sono stati alcuni intoppi al momento della partenza da roma, cosicchè il capotribù - incacchiato come una biscia -è stato costretto, o meglio, ha costretto tutti ad attenderli a casa per poi dirigersi al porto.
Il risultato:
UnaM ha chiamato tre tassì per tutti quanti (4+4+2+2 fa 12) e nella foga del ... prendi le valigie ... anche le buste? ... ma non potevi mettere tutto dentro il trolley grande? ... e le chiavi di casa le prendi tu? ... ah, lo zaino dei bambini ... i bambini ... i nonni ... ca**o, devo chiudere il gas ... ma che faccio con la focaccia? è peccato, la incarto e me la porto in viaggio ... LASCIA LE FINESTRE COME LE HO LASCIATE IO ( questo grido è del marito), UnaM stordita ha dimenticato il portafoglio con soldi (pochini) e carte di credito sul fratino dell'ingresso.
Meno male che i documenti li aveva con sè l'organizzatore del viaggio!
Spese ed accessori a carico suo, come sempre.

martedì 5 giugno 2012

Tutti pronti .... si parte !!

Ecco .... è arrivato il giorno della partenza.
Che dire?
Sono le otto di mattina e siamo già tutti in preda ad un'eccitazione pre-partenza che ci fa comportare da folli. Nella casa della tribù si odono strane frasi del tipo "dove sono le chiavi della macchina ? (ma che te frega, andiamo al porto in tassì)" o "mamma, ci portiamo i ds così sappiamo che fare in crociera" o ancora "pensi che debba chiudere le valigie con il lucchetto? però non ricordo dove ho messo le chiavi".
Indubbiamente siamo tutti felici di partire, ma UnaM teme che sarà più difficile di quanto avesse pensato, tenere unita la megatribù.
Ieri sera è giunta l'unica coppia non ancora coniugata, ma felice lo stesso.
In mattinata dovrebbero arrivare i cuginetti da Roma.
UnaM si fa violenza e comincia a preparare la colazione, mentra la sua piccola dea interiore balla la samba su una spiaggia deserta delle Maldive.

giovedì 31 maggio 2012

Tanti auguri Lemmo due

Tanti auguri piccolo lemmo.
Oggi compi 6 anni.
6 anni fa eri impaziente di uscire, di iniziare a scoprire il mondo, e così è stato.
Sei irascibile come il nonno renzo e prepotente come la tua mamma, protettivo nei confronti di tuo fratello più grande ma allo stesso tempo coccolone e gentile.
La tribù non sarebbe stata la stessa senza di te !
Ti vogliamo bene !


mercoledì 30 maggio 2012

Vacanze in famiglia

Quest'anno i nonni paterni dei lemmi festeggiano 50 anni di matrimonio.
Praticamente una vita insieme.
Il marito di UnaM per tutto l'inverno ha pensato, pianificato ed infine organizzato un viaggio che riuscisse a mettere d'accordo tutte le esigenze dei vari nuclei familiari coinvolti:
- coppia uno con una certa, ehm, esperienza
- coppia due con figli 6/9 anni
- coppia tre con figli 3/6
- coppia quattro senza figli

Ha pensato che una crociera potesse mettere d'accordo tutti e, dopo le prime perplessità, il resto della famiglia ha prenotato una crociera nel mediterraneo per la prossima settimana, partenza martedì 5 e rientro martedì 12.
Varicella permettendo.

lunedì 28 maggio 2012

Varicella bis

Com'è noto, il primogenito della coppiamatta ha calamitato su di sè il virus della varicella (degno figlio di quel padre) rimanendo a casa per 15 giorni e scatenando le ire del fratello minore - rimasto a casa anche lui per simpatia - e del corpo insegnante.
Stamane UnaM ha deciso che è ora che la figliolanza rientri a scuola per una serie di motivi:
1. ci sono le verifiche di fine anno di terza elementare
2. la maestra dell'asilo è seriamente preoccupata della possibilità che il nano piccolo non pertecipi alle prove della recita, per la quale UnaM ha confezionato un delizioso copricapo a forma di galletto, garbatamente richiesto dalla direzione scolastica
3. la signora che ha accudito i pargoli tutte queste mattine non è più disponibile

Mentre si accingeva a vestire un figlio, UnaM ha notato uno strano puntino a forma di bollicina sulla schiena del piccolo uomo, ma ha fatto finta di niente.
Mentre lo spogliava nell'atrio dell'asilo, UnaM ha notato un altro strano puntino sull'addome del bimbo, accompagnato da un incontrollato gratta gratta sul pancino, ma anche in questo frangente ha fatto finta di niente.
Verso mezzogiorno la direzione scolastica ha chiamato UnaM sul cellulare, chiedendo con una certa insistenza di andare a riprendersi l'alunno, ricoperto da tanti altri strani puntini a forma di bollicine.
UnaM ha tentato di sminuire l'accaduto, adducendo allergie inesistenti del pargolo, ma non ha potuto più fare finta di niente.
Superfluo il pensiero del capotribù circa l'imminente partenza in crociera programmata già da 8 mesi.
Chi sopravvivrà potrà raccontarla.

giovedì 24 maggio 2012

Statistiche


Le statistiche sono chiare.

Le donne sono 3 volte più stressate degli uomini.

Sono più a rischio di depressione e attacchi di panico, oltre che di avere un infarto.

Stamattina UnaM nel tragitto casa-ufficio ragionava tra sè e sè sul fatto che da qualche giorno le capita di avere giramenti di testa, vertigini e sensazione di testa vuota.

Si è ricordata che una volta ha persino avvertito un senso di oppressione  al petto, con batticuore, come se le mancasse l'aria e poi sudori freddi .... bah .... saranno stati problemi di cervicale .... Ma proprio oggi non si è sentita granchè bene.
A letto, stesa immobile come una mummia, ha avvertito una sgradevolissima sensazione di "cervello che gira" per 4/5 secondi.
Dopo le è passato tutto e ha ripreso il quotidiano, frenetico  modus vivendi.
Speriamo che continuando così non diventi un modus morendi.


 

sabato 12 maggio 2012

Varicella

Una mattina il figlio grande di UnaM si è svegliato con una bollicina sulla guancia destra.
- Mah .... sarà una puntura di zanzara - ha pensato la mamma ingenuamente, sottovalutando il rischio malattia esantematica.
Passano i giorni e la bollicina non scompare, nonostante gli unguenti puzzolenti che a casa di UnaM non mancano mai.
Anzi, ne compaiono delle altre nei posti più impensati, dietro la schiena, sulla coscia sinistra, persino sulla mano tra le dita.
E solo quando UnaM viene a sapere dalla maestra durante i colloqui di fine anno che ci sono stati in classe ben 3 casi di varicella, parte all'attacco in direzione pediatra.
- Sospetta varicella -  è la sentenza del dottore, il quale pare non voglia urtare troppo la sensibilità della madre, seduta con faccia appassita nel suo studio verde.
Sarà stata anche sospetta, però le medicine prescritte UnaM le ha dovute acquistare lo stesso.
Risultato: dopo qualche giorno di indecisione, stamane il piccolo uomo era ricoperto da un'infiorescenza di papule che lo fa assomigliare più ad un disegno del fratello che a sè stesso.
Adesso la tribù è in attesa che il contagio inizi.

lunedì 7 maggio 2012

Aspirazioni

Per strada il secondogenito saltella felice piroettando intorno ad UnaM.
La madre si chiede quale evento meraviglioso abbia potuto provocare quell’immensa gioia nel piccolo e, non ancora consapevole dei rischi che sta per affrontare, glielo chiede.
Sai mamma cosa voglio fare da grande? La star
La star di cosa, amore mio, del cinema, del teatro ….
No mamma, la star del ballo
oppure la star del pugilato !!

Voce fuoricampo del fratello grande, tutto intento a giocare con il DS per strada:
ma quello è tutto matto … io da grande farò il pittore !!
Per la felicità di UnaM che già fantasticava sui figli notai e/o medici.


sabato 5 maggio 2012

Risposte


Un sabato pomeriggio UnaM deve lavorare, anzi deve correre a lavorare (peccato che non ha la macchina e quindi deve proprio correre nel senso letterale del termine).
I figli rimangono in compagnia del papà.
Il figlio piccolo è accomodato sul trono in attesa di qualcuno che lo vada a pulire.
Chiama una volta, due volte, urla la terza volta, dopodichè il padre premuroso si affaccia alla porta del bagno interrogandosi sul motivo per il quale un bambino si stia sgolando in tal modo e gli chiede 
-         Ma sei tu che stai chiamando? -
Risposta a bruciapelo del minore
-          Che penzi? -

giovedì 3 maggio 2012

Sono arrivate le rondini

E’ primavera.
Sono arrivate le rondini.
Anche a casa della tribù sono arrivate, hanno fatto capolino e sono proprio entrate a salutare.
Questa è la loro storia.
C’era una volta una coppietta di rondini in cerca di casa.
Adocchiarono durante uno dei giri di perlustrazione un  posticino ideale per accogliere i futuri nati, un posto di forma circolare, di colore arancione con pareti lisce ed invitanti.
Il tubo di areazione della ventola del bagno cieco di casa di UnaM.
Decisero così di entrare per costruire il loro nido d’amore.
Ma non avevano fatto i conti con le abitudini di UnaM alle prese con le pontificazioni sul trono dei suoi pargoli, o meglio con quello che sprigionano le suddette pontificazioni …. miasmi insopportabili persino per il naso di chi ha  messo al mondo due figli adorabili.
Più volte al giorno gli adulti accendevano quella ventola per non cadere lunghi lunghi distesi in occasione dell’ “ Operazione Pulizia”.
Il padre – esperto del settore – aveva cercato persino di dotare la famiglia di maschere antigas efficaci contro le peggiori esalazioni tossiche, ma la moglie in un raro momento di lucidità si era opposta.
Ad ogni modo la coppietta di uccellini ben presto si accorse che il sito non era idoneo per far nascere e sopravvivere i pulcini e tentò, invano, di riguadagnare l’uscita.
Per tutto il pomeriggio e per tutta la sera ed in verità anche per tutta la notte quei poveri uccellini indifesi cercarono di guadagnare l'uscita del lungo tunnel arancione, fino a quando stremati, erano crollati in un assoluto silenzio.
Un tardo pomeriggio in cui UnaM tornava in stato comatoso dal suo lavoro, sentì un chiaro cinguettio provenire dal bagno e pensò si trattasse di uno degli scherzi che solitamente le propinano a turno i suoi figli, ben celati dietro qualche tenda in attesa dello spanticamento della genitrice.
E invece no.

domenica 22 aprile 2012

Pulizie di Primavera

Quest'anno l'inverno non vuole proprio andare via.
UnaM coscienziosa però ha già fatto il cambio di stagione degli abiti pesanti perchè - dovete sapere -  a casa sua il primo giorno di primavera era d'obbligo "scendere" tutto l'abbigliamento leggero, costumi compresi, anche se fuori c'erano sette gradi, anche se le strade erano invase dalla pioggia.
E poi non si usava mischiare camicette di cotone a maniche corte con il golf di lana a coste .... si poteva morire di fraddo, ma ormai il cambio di stagione era stato fatto !
Prevedibili le conseguenze sulla salute di UnaM, che da allora si è abituata ad essere raffreddata tutto l'anno e non ci fa più caso.
Ma il tempo scolorisce tutte le abitudini, così UnaM ha imposto ai suoi figli, dopo i tre anni di età, l'uso su base annuale delle felpe di cotone, delle magliette a mezze maniche e delle sneakers di tela (peraltro caldissime d'estate), unitamente ai maglioni di lana a coste ed ai berretti pesanti.
Tutto insieme appassionatamente nell'armadio.
A parte le divagazioni sulle abitudini di casa prima e dopo le nozze, UnaM vuole soffermarsi sulle pulizie di primavera in genere.
Quelle che si fanno tecnicamente in ogni casa, dal lavaggio di tende e tapparelle a quello di piumini d'oca e giubbotti, con tanta felicità della lavanderia "futura" a cui la tribù corrisponde una quota mensile dello stipendio della madre per tal genere di servizi.    
UnaM ha rimandato più volte dall'inizio della stagione  questa faticaccia, in preda ad attacchi di emicrania e conati di vomito solo all'idea di fare il lavoro per tre (il daddy lo fa per conto suo, ossia ha un armadio molto grande dove ci sta tutto, estate ed inverno, diviso per stagioni e colori).
In giro per blogs, ha trovato ciò che potrebbe aiutarla.
Sul sito di blogfamily è stato recensito un libretto moooolto carino intitolato "quaderno di esercizi per liberarsi delle cose inutili". 
Tanto per restare in tema di acquisto rusciuli (tipica espressione in vernacolo calabrese che ripete spesso il marito riferendosi alle cose della moglie e identifica un oggetto più o meno inutile che tende a rompersi in un battibaleno) UnaM l'ha comprato durante la sua ora d'aria alla feltrinelli, fermamente convinta di riuscire a mettere ordine in casa .... sarà una fatica sovraumana.


sabato 21 aprile 2012

Logica infantile

Una mattina di Aprile, lungo il tragitto per la scuola, il figlio prete ( a questo UnaM dedicherà un post apposta, non appena riuscirà a riconnettere i suoi due neuroni, in gita di piacere) illustra i lati positivi del fatto di avere un cane in casa come ha il sua amico Davide.

NOTA: UnaM - nota veterinaria mancata - ha vissuto da sempre con cagnolini, gattini, pesci ed è avvezza agli odori e alle distruzioni di sedie e divani, ma da quando lavora non ha tempo nemmeno per dedicarsi ad uno dei suoi hobbies preferiti, figurarsi se può perdere tempo a curare ed assistere il piccolo pet .... piuttosto avrebbe bisogno lei di tutte le attenzioni del caso.


Comunque sia , si discute circa il fatto che l'animale in questione sia un po' in carne (puro eufemismo !!) dal momento che non viene mai portato a correre nei prati.
A parte che dove stanno tutti 'sti prati, UnaM rappresenta ai piccoli che Viola è anche un po' anzianotta, per questo è cicciottella.
Il figlio 2 - quello figo guappo calcolatore nato - fa delle considerazioni nella sua testolina ed esclama:
 mamma ... pensa un po' ... tu sei cicciottella  e non sei nemmeno anziana ... !!
Scoppiano i due figli ingrati in una sonora risata, alle spalle della poveretta che, come sappiamo, sta tentando di trasformarsi in silfide.



venerdì 13 aprile 2012

Venerdì 13


Questa mattina UnaM in cammino verso la scuola si accorge che non ha messo nelle cartelle il brik con latte e cacao.
Con fare vago lo fa presente ai suoi corazzieri, in cammino anch'essi verso i loro doveri.
Per tutta risposta riceve diversi improperi infantili circa il fatto di essersi dimenticata un'incombenza così importante, di avere sottovalutato le loro primarie necessità - letteralmente: tu non fai mai nente pennoi - con una garbata accusa di pensare solo ai fatti suoi.
UnaM, colpita nel proprio orgoglio di mamma, propone di fermarsi tutti allegramente al supermercato di strada e di comprare le confezioni di latte.
Sull'uscio del negozio una solerte commessa è intenta a lavare il pavimento.

- è possibile entrare ? -
- per quale motivo, signora?- 
- questa è una rapina ..... no, scherzo, è che proprio adesso mi è venuta un'irresistibile    voglia di acquistare latte&cacao .... si può entrare?-
- ma che ore sono, già le otto? perchè se non sono ancora le otto non siamo ancora aperti, vero Carlo?  (rivolta all'altro commesso tuttintento a scartare una merendina) -
- bè, no, le otto non sono ancora perchè alle otto i proli devono stare già in classe ... quindi, no, non sono ancora le otto !-
- allora mi dispiace signora, siamo ancora chiusi !!! -
Tutta sconsolata - ed anche un po' inc...ta - UnaM continua il suo percorso verso la scuola, con un'importante ritardo sulla tabella di marcia e con i lemmi con due musi appesi fino al marciapiede.
Ma non si scoraggia più di tanto e propone, con il suo innato senso pratico, di acquistare strada facendo due succhi di frutta alla pesca, di quelli che tanto piacevano ai figli quando andavano all'asilo.

- no, mamma, te lo sogni che ci metti il succo di frutta ....
- non se ne parla nemmeno che dobbiamo bere  il succo ....
- non mi piace con i pandistelle ....
- l'avevo promesso a luigino ....
- non ci provare proprio .... !!! -

Sono ancora le otto e la giornata si prospetta mooolto lunga.

giovedì 12 aprile 2012

Evoluzione umana


UnaM ha fatto una scoperta scientifica.
Non si tratta del malessere che l'accoglie di prima mattina quando apre un occhio, nè della sonnolenza che l'accompagna durante tutta la giornata e nemmeno della piacevole sensazione di gustare un budino di cioccolato mentre si è a dieta.
No, quella che ha fatto è una sensazionale scoperta antropologica.
Ha identificato  - e classificato anche se per ora è uno solo - il genere Homo Delicatus.
Dopo l'homo habilis, quello erectus ed il sapiens sapiens, esiste l'homo delicatus.
Trattasi  di genere umano, di sesso preferibilmente maschile (anche se qualcuno giura di aver visto qualche esemplare di genere femminile, cosa altamente improbabile per una come UnaM, che con 39 di febbre continua a girare fuori e dentro casa) che spesso si ammala - si raffredda - gli viene il colpo della strega (colpa della moglie?!) ed entra in stato comatoso con tanto di febbricola e accompagnamento di sospiri alla dartfener.
Più spesso di quanto capiti alla generalità dei suoi simili, gli viene un' infreddatura o una contrattura proprio quando è in programma una festa, un viaggio o una seppur breve vacanza out of the door.
Le specie umane non sono costanti nel tempo, ma già come affermava Darwin ne "l'origine delle specie", mutano in relazione alle condizioni dell'ambiente in cui vivono.
Il che significa che questa nuova specie di essere umano pensante (?!?) si è adattata a tutte quelle comodità che l'ambiente familiare gli ha offerto, dalle premurose attenzioni della mamma a quelle un po' meno premurose della moglie.
E' un po' come una richiesta di attenzione, una voglia di coccole, una pausa dalle responsabilità quotidiane.
..... o no ? 



mercoledì 4 aprile 2012

Piccoli tiranni crescono

Casa della tribù, qualche sera fa.
Il piccolo uomo ha sete.
Si odono urla in lontananza rivolte all’indirizzo della madre che si trova – come sempre – in un’altra stanza a riordinare, senza risultati apprezzabili, il caos lasciato in buona fede dagli altri 3 membri della tribù.
-          maammmaa … ho seetee … maammmaa … veeeniii … -
-          eh?? -
-          maammmaa ho detto che ho sete … devi venire subitoo …-
-          sì … un attimo … ora viene la mamma -
-          nooo … subitooo …-
-          Aspettaaaa –

Silenzio.
Si odono passetti veloci di piedini gommati provenire dal corridoio.
Non si preannuncia niente di buono per UnaM.

-          Mamma …. ma come te lo devo dire …  io sono un bambino che non aspetta!! –

Per l’uomo che non deve chiedere mai.

lunedì 2 aprile 2012

Scelte

Bugia!!!
Intervento fallito.
Il tecnico non è stato tecnicamente in grado di risolvere il problema del browser.
L’avrà aggiornato, come sostiene lui, ma dal piccì dell’ufficio non si riesce proprio a scrivere un bel niente!!!
Sì, UnaM riesce ad entrare in blogger, ma poi le appare di nuovo lo schermo bianco che la esorta  ad inviare commenti.
E ce ne avrebbe pure tanti di commenti da inviare ...
UnaM non avendo molto altro tempo da dedicare ai suoi strolichiamenti sul blog all’infuori dalla pausa caffè in ufficio, non aggiorna proprio un bel niente!!!

Vabbè …. il tecnico interpellato le ha detto che se cambia il browser non funzionano più gli accessi che servono all’ufficio, quindi o UnaM  lavora o si gongoleggia con i blogS.
A lei la scelta.

martedì 27 marzo 2012

Il Regime

E dopo la fase di attacco inizi quella di crociera ….
Non è uno schema dei videogiochi che ossessionano UnaM ogni santo giorno nel tragitto casa-scuola.
E non è neppure il programma di uno dei tanti  viaggi che ogni santo giorno il daddy propone ad UnaM, ricevendo in cambio grugniti accompagnati da vari “mo vediamo” (ma se lo sa che è un piombo naturale!!!).
No, peggio.
E’ il rigido programma dell’ennesima dieta che UnaM ha deciso di iniziare.
Dal nome del suo inventore Dukan, si presenta come un regime alimentare ultraproteico, dal quale vengono eliminati quasi tutti gli zuccheri, i carboidrati ed i grassi (anche l’olio evo che invece dicono faccia tanto bene).
UnaM non si è lasciata sfuggire l’occasione per l’acquisto di un altro libro inutile, insieme al corso di cinese moderno in 346 pagine, l’arte di piegare i fazzoletti da naso e milleuno modi per cucinare l’asparago selvaggio.
Sarebbe un innegabile spreco di energia elencare alimenti permessi, tollerati e assolutissimamente vietati dal regime.
Per i curiosi che come UnaM non conoscevano l’esistenza del REGIME, ecco il  sito ufficiale qui.
Dopo i 7 giorni di attacco (di fame) UnaM ha perso due chili, di liquidi.
Attualmente è in crociera e si gode il panorama.
Trova ancora mooolta difficoltà a reperire sul mercato l’olio di vaselina - per uso alimentare, s’intende - unico grasso raccomandato nel libro.
Praticamente petrolio.

martedì 13 marzo 2012

Ho il browser obsoleto ?!?

- Dottoressa, lei utilizza un browser obsoleto ! -
Questa è stata la sentenza dell'esperto di computer che era stato convocato da UnaM stamattina in ufficio per capire come mai non si poteva accedere più al blog.
Se ne è uscito con 'sta frase.
Bella scoperta - ha pensato UnaM ma non gliel'ha detto - erano settimane che le appariva il messaggio del browser obsoleto, ormai lo visualizzava talmente spesso che l'aveva salvato come desktop.
Due volte le è anche apparso in sogno, accompagnato dal codice di errore bx47br4 o simile.
Vabbè, ha fatto la tua figura di esperto, voglio dire, con UnaM non è poi tanto difficile fare il figo davanti ad un pc - ma mò mi vuole spiegare che stramacchia significa che ho il bowser obsoleto?- ha chiesto UnaM con l'espressione di chi conosce solo il mostro di supermariogalaxy 1 e 2 ?
Espressione che deve aver intenerito l'animo del tecnico, il quale, senza aprire bocca, le ha cambiato qualche programma e file del computer.
Bò !?!
E se ne è andato, senza spiegarle cosa è un bowser browser.
Ad UnM la vita non è cambiata, ma finalmente è riuscita ad entrare nel blog.

venerdì 10 febbraio 2012

Calamitydaddy

Ovviamente la festa di Carnevale la tribù l'ha lisciata, causa malanno di stagione del capofamiglia, il quale ha attratto su di sè buona parte della sfiga naturale che è insita in ogni famiglia che si rispetti.
Diagnosi: laringotracheite acuta.
Prognosi: variabile, a seconda dell'efficacia dei diversi medicinali che giornalmente gli vengono somministrati.
UnaMamma è seriamente preoccupata per le imminenti vacanze sulla neve.

giovedì 2 febbraio 2012

Emmò ?

Dunque, questo post è per il mese di febbraio, chè a gennaio UnaM è andata un
po' scarsina a strolichierie da scrivere.
Argomento prescelto - o imposto - feste di Carnevale per grandi e piccini.
 I due lemmis hanno ricevuto tre inviti ciascuno per festicciole in maschera - ovviamente in giorni spalmati su tutto il periodo festivo-.
Due le questioni da affrontare.

Problema  numero uno, i costumi dell'anno scorso:
1) sono stati già visti
2) puzzano (ma come, 15 euro di lavanderia !!)
3) hanno colori che non ci piacciono
4) non ci vanno più
5) valido solo per il lemmo due: io non metto i abiti vecchi di mio flatello!
6)quest'anno vorremmo i costumi di superMario e Luigi fratelli nel tempo

UnaMamma sotto assedio ha ceduto alla richiesta dei figlietti ed ha trascorso innumerevoli ore sul web per cercare gli indumenti dei due idraulici, comprensivi di baffi e cappello.
Li ha trovati - all'estero - e li ha ordinati, pagandoli una cifra esorbitante con rischio clonazione carta e, cosa più importante, senza alcuna certezza della reale data di consegna del pacco.
Ad oggi non è arrivato nulla ed UnaM si sta chiedendo come mai stamattina non abbia visto più Rocco il portiere, al quale aveva affidato l'ingente somma di denaro in contanti .
Sarà.
In previsione di mancate consegne e di conseguenziali azioni di ritorsione dei figli nei suoi confronti, UnaM ha pensato bene di correre a comprare due maschere di quelle sì già viste, ma nuove, da Spiderman e Geksparrov versione russa.
Trucchi ed accessori a scelta dei lemmis.

E veniamo alla questione numero due: i costumi dei grandi.

UnaM e consorte sono stati invitati ad una festa di compleanno in maschera, ma mentre la parte femminile della famiglia ha cercato e trovato un negozio che fittasse abiti di carnevale ridicoli - leggi il medico e l'infermiera sexy o il prete e la suora sempre sexy (n.d.b.: questo la dice lunga sulla considerazione che ha del suo fisico UnaM) -  la parte maschile ha preferito indirizzare la sua scelta verso abiti seri - re Riccardo cuordileone, i crociati, i cavalieri medioevali - recandosi di persona presso un negozio che confeziona abiti teatrali per rievocazioni in costume.
Ovviamente ha trascinato, controvoglia, anche UnaM che ha dovuto lottare per riuscire ad entrare all'interno di siffatti costumi d'epoca. Alla fine è riuscita a coprirsi con una sorta di mantello color crema, tutto ricamato, che ricordava tanto una dama di corte. In testa un fazzoletto bianco, forse per vergogna di farsi vedere così conciata.
Tutto ciò mentre il capofamiglia indossava, con la sua innata "nonscialans" una cotta di maglia completa di elmo e spada.
Fantastico, molto realistico, infatti il lemmo piccolo ha detto che voleva andare via perchè aveva paura.
UnaMamma si adopererà affinchè alcune delle immagini più significative della festa possano apparire in un post ad hoc.
Come si dice..... comunque vada, sarà un successo (catastrofico).

martedì 3 gennaio 2012

Complicazioni tecnologiche

UnaM ha sempre pensato di essere un mago in apparecchiature tecnologiche.
Da piccola faceva girare alla perfezione il robot da cucina della mamma, programmava con teutonica precisione il telecomando della tv del papà, registrava un messaggio chiaro sulla segreteria telefonica della zia.
Con il passare del tempo ha imparato ad usare la macchinetta elettrica del caffè, il frullatore ad immersione e persino il monta schiuma per il cappuccino.
E' l'unico essere pensante (?!) della casa capace di programmare la caldaia.
E' riuscita addirittura a creare un suo blog con annessi seguaci di famiglia, nonchè a sintonizzare i canali del digitale terrestre.
Purtroppo alla fine ha ceduto.
Si è dovuta arrendere dinanzi ad una sua inspiegabile incapacità di interagire con un apparecchietto che si chiama smartphone.
In un primo momento, sottovalutando il genere, ha pensato che si trattasse del solito telefonino, solo con impostazioni più avanzate di quello che aveva lei.
Immediatamente, però, ha constatato che:

A) è dotato di uno schermo ultrasensibile, tant'è che ogni tentativo di colloquio telefonico viene regolarmente interrotto causa avvicinamento della guancia al touch-screen;
B) anche l'operazione più semplice, cioè quella di comporre un numero telefonico, viene resa complicata da schermate che "vanno & vengono" di continuo;
C) ovviamente, non è riuscita a collegarsi con la rete, cosa  a quanto pare assolutamente indispensabile per una serena convivenza con il cell;
D) per ultimo, ha scoperto che quest'ultimissimo modello ultravanzato di telefono, nonostante sia stato programmato per la sveglia mattutina - cosa assolutamente necessaria per la vita quotidiana di UnaMamma - non annovera tra i suoi pregi quello di accendersi automaticamente allo scoccare delle ore sei & dieci, quando UnaM apre gli occhi ed inizia una nuova avventura.

Nonostante tutto, un ringraziamento speciale al capotribù per il regalo inaspettato. Smack !!

domenica 1 gennaio 2012

                       Auguri a tutti